Maria Rita Borrello

La Classe di Esercizi Bioenergetici. Momenti di regolazione interattiva e di autoregolazione

L’articolo vuole essere una ri-lettura della Classe di Esercizi Bioenergetici sull’onda del rinnovamento culturale che ha investito teorie analitiche e correnti psicoterapeutiche, e che aggiunge valore scientifico all’Analisi Bioenergetica, nella considerazione del “corpo”come il luogo del linguaggio implicito formatosi nei primissimi stadi di svilupo. In particolare gli studi delle Neuroscienze e le osservazioni dell’Infant Research arricchiscono ed approfondiscono la comprensione del lavoro corporeo come mezzo, all’interno della relazione terapeutica, per arrivare a toccare livelli molto profondi dell’interiorità umana.

In questa direzione anche la Classe di Esercizi, soprattutto se affiancata al percorso terapeutico, può contribuire alla costruzione dell’Identità e delle Procedure Relazionali deficitarie: nuovi apprendimenti senso-motorio-emozionali possono produrre modificazioni anatomo-fisiologiche di circuiti e mappe cerebrali.

Partendo dalla definizione di Classe, ne vengono qui descritti gli Aspetti Individuali, relativi alla consapevolezza corporea ed alla connessione con i livelli più profondi del Sè attraverso i Movimenti Emozionali, e gli Aspetti Relazionali, in passato lasciati sullo sfondo ma oggi valorizzati per le funzioni di Regolazione Interattiva ed Autoregolazione.

Leggi l'articolo (in pdf)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.