Maria Lapolla

Dalla maschera al volto: Personaggi in cerca di autore, Persone alla ricerca del Sé

Il dramma “Sei Personaggi in cerca d’autore” e la vicenda personale di Pirandello sono il punto di partenza per avvicinarsi a un disagio oggi piuttosto diffuso: il Sé mancato o Falso Sé, attraverso il linguaggio universale dell’arte che suscita emozioni, immagini, sogni, sentimenti. E’ questa la strada che può consentire al terapeuta di avvicinarsi al paziente per ‘sentire e vivere’ la relazione terapeutica prima di capire e interpretare. La maschera e il volto, l’essere e l’apparire: Pirandello trasforma il dolore personale in coscienza drammatica dell’esistenza, e attraverso l’astrazione rende lucido il pensiero e chiaro anche lo smarrimento. Utilizza l’arte non solo per individuare i nodi delle contraddizioni umane, le mistificazioni, il modo d’essere di una società cristallizzata nei patti di carta, nelle convenzioni che sostituiscono i vincoli della moralità, ma per ritessere logicamente anche la pazzia. Nella nostra società, anche se per motivi diversi da quelli del primo ’900, l’apparire si sostituisce all’essere in maniera sempre più pervasiva . La certezza di esistere è nell’apparire: riprendersi, fotografarsi, mettere in rete anche ciò che dovrebbe essere più personale. Al falso pudore, al rispetto di formali convenienze si sta sostituendo un non pudore. Potrebbe non essere sfrontatezza ma paura dell’assenza.

Il percorso terapeutico si trova di fronte al compito della ricostruzione del volto partendo dalle radici iscritte nei vissuti corporei inconsci, nella preistoria senza parole dell’esistenza personale di ciascuno.

Pirandello ci invita a dare in modo creativo una possibilità a quei i “fermenti di vita” congelati, alle potenzialità del vero Sé, come le avrebbe chiamate Winnicot, per cercare di essere autori di noi stessi e, come psicoterapeuti co-autori di persone/personaggi che nella relazione terapeutica trovano lo spazio per abbandonare gli abiti di scena e scoprire il proprio stile.

Leggi l'articolo (in pdf)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.